L'albero della vita
Lasciamo che a presentare questo intelligente ed interessante romanzo che potrebbe
chiamarsi di scienza poetica piú che di fantascienza, sia il protagonista: Sono il dottor
Henry Gallatin. L'Operazione Nettuno cominciò ad interessarmi fino dal 1961, quale simbolo
di quello che la scienza potrebbe fare in un mondo felice e pacifico. Da allora ho dedicato
la mia vita a questa impresa, grazie alla quale le acque del Pacifico vengono convogliate
e purificate onde possano irrigare e rendere fertili le immense zone deserte dell'ovest.
Madeline Angus, esperta di microbiologia, era la mia assistente, e fu lei la prima a notare
gli effetti dell'Acqua Vivente. Quest'acqua aveva il potere di far crescere le piante con un
vigore fuori del normale, ma ignoravamo quali potessero esserne gli effetti sull'uomo... Un
giorno però cominciammo a ricevere rapporti da Imperial Valley, ed erano rapporti
allarmanti, che parlavano di pazzia e di morte. Allora dovemmo subire un'inchiesta
governativa, imposta da un uomo che voleva distruggere tutto il nostro lavoro per saziare
la sua ambizione di potere e di fama. Ignoravamo come si potesse controllare l'Acqua
Vivente, né sapevamo donde veniva e come agiva. Sapevamo solo che dovevamo trovar
la risposta a queste domande... e presto, perché il timore e il sospetto che avevano
permeato di sé l'uomo nel recente passato non erano ancora morti... non ancora>>.
Tellini