Compratemi tutta
La ragazza era incatenata alla macchina distributrice, il suo richiamo lamentoso si perdeva
nella vastità dell'atrio dell'aeroporto. Ehi, voi... C'è nessuno che voglia comprarmi?...
Forse voi, signore? disse a uno degli assonnati passeggeri appena sbarcati dal jet di
Kansas City, fissandolo coi suoi grandi e conturbanti occhi azzurri. Compratemi voi...
compratemi tutta... vedrete che vi piacerò... Philip Chimberley si fermò, la guardò,
inghiotti a fatica. Sulla macchina distributrice, una stereoscopica insegna luminosa
diceva: GHISLENA COMPRATELA SUBITO NON È UN ROBOT... CHE COS'È?
Uno dei poli della narrativa di Jack Williamson è una profonda quanto misteriosa familiarità
con gli usi e i costumi degli androidi, un'acutissima sensibilità per la loro psicologia. L'altro
polo è un senso del Cosmo portato a limiti insuperati e forse insuperabili di spettacolarità.
Entrambi i poli sono rappresentati in questa e nella precedente raccolta (la La Stazione
della Stella Morta " , URANIA n. 773) delle maggiori storie di uno dei maggiori maestri della
fantascienza.
Tellini